Casa Museo Famiglia Allaira | La Casa Museo
33
page-template-default,page,page-id-33,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,large,shadow3

La Casa Museo

La Casa Museo della Famiglia Allaira

esterno casa museo famiglia allaira

Il complesso di abitazioni costruite nel tempo dagli antenati degli attuali discendenti risale come primo nucleo al 1500, con successive aggiunte, restauri, cambi di utilizzo nei secoli seguenti sino al 1970 anno in cui la famiglia Allaira ritornò ad abitare a Castellamonte, dopo 20 anni di soggiorno a Milano. La Casa Museo della Famiglia Allaira è inserita nel contesto urbano più antico del borgo di Castellamonte, alle falde della collina-fortezza dominata dal “Castrum montis” di romanica memoria.

Il complesso delle abitazioni costruite nel tempo dagli antenati degli attuali discendenti risale come primo nucleo al 1600, con successive aggiunte, restauri, cambi di utilizzo nei secoli seguenti fino al 1970 anno in cui la famiglia Allaira ritornò ad abitare a Castellamonte.
Rispecchia centinaia di anni di vita di Castellamonte, nata e sviluppata nel tempo con l’estendersi della famiglia con vari corpi di fabbricato che mano a mano si aggiungevano nel ‘700 e ‘800.

Alla fine del 1960 l’area della vecchia fabbrica ormai in disuso e delle abitazioni sono state restaurate e riconvertite, rispecchiando fedelmente i vari momenti di vita familiare con ambienti originali (cucine, salotti, sale e corridoi) risalenti al ‘600,’700, ‘800 e ‘900, tuttora abitati dalla famiglia. A testimonianza della fabbrica di ceramiche resta il  grande forno di cottura a fiamma rovesciata.

Soci fondatori della Casa Museo

ALLAIRA GIOVANNI

Presidente e Socio Fondatore della Casa Museo Famiglia Allaira ha iniziato sin dal 1960 a recuperare sia i siti immobiliari appartenuti alla famiglia riguardanti l’ex fabbrica di ceramiche I.C.R.A (Industrie Ceramiche Riunite Allaira) sia l’oggettistica legata alla produzione dei manufatti. Lo scopo era quello di salvare la memoria storica legata al lavoro degli antenati.
La ristrutturazione di tutti  gli immobili è stata realizzata in collaborazione con la moglie Maria Antonia. Contemporaneamente cercava di creare un interesse anche nei figli Francesco, Leonardo e Isabella ognuno indirizzato verso un’eccellenza artistica o artigiana soprattutto legata al ritrovamento dei pezzi
L’obiettivo è stato raggiunto dopo quasi 10 anni di attività con il riconoscimento del Ministero dei Beni Culturali MIBAC al conferimento del 2×1000.

ARIOLI MARIA ANTONIA

Moglie del dr. Giovanni Allaira e Socio Fondatore è stata l’anima e la promotrice di tutte le attività: dall’analisi iniziale alla bozza del progetto effettuato con la stesura dello statuto. Il suo obiettivo era quello di salvare la memoria storica di un’attività di elevata eccellenza sia artigianale che artistica legata alla ceramica di Castellamonte.
La sensibilità, il gusto estetico ed una visione di bellezza hanno favorito la realizzazione di tutte le fasi di acquisizione, trasformazione e restauro sia degli edifici che dell’oggettistica. Lavoratrice instancabile è parte attiva in tutte le attività realizzate anche al di fuori della sede di Castellamonte.

ALLAIRA FRANCESCO

Socio Fondatore è nato e cresciuto all’interno del cantiere che si è prolungato sino al 1980 consentendo l’acquisizione sul campo di tecniche costruttive e di restauro affinate dalla frequentazione universitaria presso la Facoltà di Architettura di Torino.
La dedizione appassionata nell’analisi degli eventi e le capacità organizzative gli hanno permesso la realizzazione di manifestazioni a carattere pubblico nell’ambito delle fiere, mostre ed esposizioni.
Attualmente è responsabile della formazione del personale volontario e del restauro degli oggetti visibili nella Casa Museo. Segue anche la ricerca bibliografica e la stesura dei testi dei cataloghi realizzati.

Utilizzando il sito, scrollando la pagina o continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi